Digital Training

IL NUOVO STANDARD ISO 16890

Il settore della filtrazione dell'aria sta attraversando una vera e propria rivoluzione grazie all'introduzione dello standard ISO 16890 che classifica i filtri per l'aria sulla base della loro capacità di trattenere il particolato nelle frazioni PM10, PM2,5 e PM1. L'attenzione verso il PM1, riconosciuto dalla comunità medico-scientifica come la frazione di PM più pericolosa per la salute umana, porterà quindi ad un miglioramento della qualità dell'aria indoor a beneficio della salute, del benessere e dei processi produttivi. 

CONTENUTI

Cosa imparerai

  • Il concetto di "ePM" Particle Matter
  • Due sistemi di classificazione
  • Analogie e differenze tra le due norme EN779:2012 e ISO 16890
  • Esempi di classificazione

RELATORE

Ing. Michele Acerenza - Comfort Segment Manager Camfil Italia

Conseguito il diploma al liceo classico, si iscrive alla facoltà di Ingegneria Aerospaziale al Politecnico di Milano. Dopo la laurea supera l'esame di stato per ingegneri ed inizia a lavorare come responsabile dell'Ufficio Tecnico presso un'azienda multinazionale nell'ambito del trattamento dell'aria compressa e sistemi di refrigerazione. Dopo aver ricoperto in Camfil Italia il ruolo di responsabile Tecnico, ad oggi è Comfort Segment Manager, continuando ad occuparsi anche della formazione di personale interno ed esterno. Ha scritto numerosi articoli su riviste di settore e partecipato come relatore a diversi congressi e seminari. È membro ASCCA e CTI.